sabato 23 febbraio 2013

a torto e ragione


E poi viene fuori quel lato di te del quale non comprendi se sia una scelta fatta di petto o dettata dall'istinto, ma si tratta di una scelta. Una scelta in cui speri che chi sta dall'altra parte abbia voglia di lottare come te.
Forse è una scelta egoistica, forse è amore allo stato puro o semplicemente è voglia di scatenare una reazione.
Questa volta però so che così rischio davvero di perdere qualcosa di grande ma, la vita cosa è se non rischio.
Un rischio in cui bisogna imparare, imparare a vivere, ad amare e avere fiducia nell'universo e nel prossimo.
Penso di essere arrivato ad un certo punto della mia vita in cui posso dire che credo nell'amore e ho fiducia nel cosmo. Purtroppo però molte volte le azioni non portano sempre alle reazioni sperate.
Se non è per questa vita sarà per la prossima, c'è lo siamo promessi, è inutile perdere tempo in questa.
Ma ora passando dalla ragione al cuore che non riesce a stare in silenzio posso esprimere un senso di solitudine interiore che non ho mai avuto occasione di incontrare. Non ho mai avuto occasione di incontrare in questa vita qualcosa di così forte, qualcosa di così tremendamente coinvolgente. Ho imparato ad amare davvero e continuerò a farlo.
Il mio addio forse era un arrivederci, avrei voluto solo che non lo accettassi con tanta facilità.


Posta un commento